Share
MAMbo Bologna
Description

MAMbo Bologna

MAMbo
Via Don Giovanni Minzoni 14
Bologna
mambo-bologna.org


La storia del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna è indissolubilmente legata alla Galleria d’Arte Moderna di Bologna, Istituzione che ha dato le origini all’attuale museo e sulla quale poggiano le basi della ricerca, del progetto e del dibattito culturale tuttora in evoluzione. Nel 1975 vengono inaugurati in Piazza della Costituzione gli spazi del museo disegnati appositamente dall’artista e architetto Leone Pancaldi.
La trentennale attività della GAM si è basata su una progettualità binaria divisa tra la presentazione dell’avanguardia culturale e la rilettura della storia dell’arte italiana e internazionale: dalla Settimana Internazionale della Performance alle esposizioni antologiche dedicate ai protagonisti del Novecento, dalla parallela e complementare attività della sede di Villa delle Rose al costante monitoraggio della giovane arte italiana rappresentato dall’esperienza di Spazio Aperto. MAMbo valorizza gli esiti di questa straordinaria memoria e sviluppa la riflessione sul proprio significato e sul ruolo del museo, la cui attualità non può prescindere dalle premesse teoriche poste in seno agli anni Settanta alla Galleria d’Arte Moderna di Bologna.
MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna sorge in un’area della città originariamente adibita all’attività produttiva e commerciale. L’importante progetto di recupero della zona detta Manifattura delle Arti comprende il MAMbo (nell’ex Forno del Pane), la facoltà del DMS (nell’ex Manifattura Tabacchi), la Cineteca (nell’ex Macello) e il Cassero (nell’ex Salara).
La presenza del museo in questo distretto rafforza l’idea del museo come nuovo centro di produzione, sperimentazione e innovazione culturale.

The history of the MAMbo – Museum of Modern Art in Bologna is indissolubly linked to the Gallery of Modern Art in Bologna, an institution that has given its origins to the present museum and on which the foundations of research, project and cultural debate still lie Evolving. In 1975, the Museum Square was inaugurated in Piazza della Costituzione, designed specifically by the artist and architect Leone Pancaldi. The thirty-year GAM’s activity was based on a binary design divided between the presentation of the avant-garde culture and the reinterpretation of the history of Italian and international art: from the International Performance Week to the anthological expositions dedicated to the protagonists of the twentieth century, parallel and complementary activities of the Villa delle Rose’s office to the constant monitoring of the young Italian art represented by the Open Space experience. MAMbo values ​​the outcomes of this extraordinary memory and develops the reflection on its meaning and on the role of the museum, whose actuality can not be ignored by the theoretical premises set in the seventies at the Galleria d’Arte Moderna in Bologna.
MAMbo – Museum of Modern Art in Bologna is located in an area of ​​the city originally used for production and commercial activity. The important project for the recovery of the area known as the Manifattura delle Arti includes the MAMbo (in the former Bread Oven), the faculty of the DMS (in the former Tabacchi Manifattura), the Cineteca (in the former Slaughterhouse) and Cassero (in the ex Salara).
The presence of the museum in this district strengthens the idea of ​​the museum as a new center for production, experimentation and cultural innovation.